loading
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (0 Votes)
tarocchi-favole-oscure
 
Al confine tra il sonno e la veglia si trova il mondo delle Fate. Lo possiamo intravedere in quei dolci momenti in cui stiamo per addormentarci, ma vi entriamo soltanto nei sogni. Da questa terra provengono racconti così antichi che ormai fanno parte del tessuto stesso del nostro cuore e così nuovi da rappresentare i sogni che dobbiamo ancora fare: sono storie di impossibilità perfette, speranze inesorabili e magnifiche tristezze. Nel mondo delle Fate tutto è possibile e ogni racconto è reale.
Nel mondo di oggi, molte favole sono state adattate al pubblico moderno e descrivono quindi il mondo delle Fate come un luogo fantastico in cui regna la felicità eterna e l’amore vero è qualcosa a cui tutti sono destinati. Tuttavia, i primi narratori di queste storie, coloro cioè che le raccontavano attorno al fuoco o vicino a un caminetto acceso, sapevano qual era la verità. Nelle versioni originali dei racconti sulle Fate, infatti, tenebre e disperazione erano presenti in abbondanza e per ogni gioia vi era un eguale e opposto orrore con cui fare i conti. In quei racconti, il mondo delle Fate è un luogo sfuggente e insidioso, teatro dei nostri sogni come pure dei nostri incubi. In esso l’amore è un gioco pericoloso che può essere fonte di felicità o, al contrario, finire in tragedia.
Questo mazzo di Tarocchi, facendo parte al tempo stesso del noto e dell’ignoto, è un ponte che collega il nostro mondo a quello delle Fate. Attraverso le sue illustrazioni, sarà possibile percorrere strani sentieri e dar vita a racconti di amore e oscurità.