loading
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (0 Votes)
arte-di-vivere-lowen

Padre della Bioenergetica e uomo eclettico, Alexander Lowen era interessato a tutti i campi di espressione dell’essere umano ed era anche un eccellente divulgatore del proprio pensiero e della propria esperienza professionale. I testi contenuti in quest’opera sono stati scritti in momenti diversi della sua vita e rispecchiano la sua straordinaria vivacità intellettuale. Si tratta di riflessioni che spaziano nel campo della sessualità, dell’arte e della malattia.
Si parte, infatti, da considerazioni generali sull’Analisi Bioenergetica, sulla guarigione della separazione tra mente e corpo nella società contemporanea, su come il suo maestro Wilhelm Reich considerava la sessualità, e sul senso del pudore nella civiltà contemporanea, per passare ai processi energetici che sottendono la musica di Beethoven e allo spirito della pittura impressionista, per concludere con le origini psicosomatiche del cancro e con il rapporto di questa terribile malattia con la rassegnazione.

AUTORE


Alexander Lowen, (23 dicembre 1910 – 28 ottobre 2008) medico e psicanalista è direttore dell’Institute for Bioenergetic Analysis di New York. Paziente ed allievo di Reich, coniò il termine di “bioenergia”. Lowen allargò gli scopi del lavoro sul corpo ed introdusse il lavoro bioenergetico a casa. Anziché limitarsi alla sola pressione e manipolazione delle tensioni muscolari croniche, egli fece uso di alcune posizioni di stress che potevano aiutare queste tensioni a rilasciarsi. La prova evidente di questo ammorbidimento delle tensioni era l’insorgere, nei muscoli, di una fine vibrazione. Lowen poté quindi osservare come i blocchi muscolari impedivano il libero scorrere dell’energia. Per esempio, un diaframma cronicamente contratto, come una strettoia, interrompeva l’onda respiratoria, provocando una respirazione superficiale. Come risultato diminuiva l’apporto di ossigeno ed il livello energetico calava. Questo modo superficiale di respirare è uno dei sistemi che noi usiamo per controllare le nostre emozioni. Per aiutare i pazienti a respirare meglio Alexander Lowen inventò il cavalletto bioenergetico.