loading
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (0 Votes)
alcol-argento
L'universo degli alcolisti ("fantasmi aggrappati all'orlo della vita", come dice un bel verso di una poesia pubblicata in questo volume) vive in queste pagine con un'immediatezza sconvolgente. Sono racconti immaginari (ma quanto immaginari?), testimonianze, cronache drammatiche, poesie, analisi sociologiche e scientifiche. Decine e decine di scritti, giunti al concorso il "Germano d'Argento" da ogni parte d'Italia. Sono quasi cento.
Sono scritti assai diversi, alcuni molto semplici, altri più ricercati, più "professionali"; ma tutti rivelano una grande tensione morale, un impegno totale sul problema dell'alcolimo: che (è già stato detto e ridetto, ma vale la pena di ripeterlo) è uno dei più gravi problemi della società; che miete ogni anno decine di migliaia di vittime; ma che non viene affrontato dalla società stessa con l'impegno che richiederebbe.
Trapela da queste pagine un anelito di speranza. E' questa forse la caratteristica costante che accomuna i vari autori: la volontà di non lasciare morire la speranza che dal male oscuro si possa guarire. Perché si può guarire. Lo testimoniano decine, centinaia di persone, uomini, donne, giovani, vecchi, che dal tunnel sono usciti. Grazie alla propria volontà, ma anche grazie all'aiuto che è loro venuto dagli Alcolisti Anonimi, alla quale si sono affidati.