loading
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (0 Votes)
sentiero-della-terra-starhawk-venexia
 
Vai alla scheda del Prodotto

"Radicamento a occhi aperti
Il radicamento è la base pratica da cui prendono avvio tutti i rituali e ci aiuta a mantenere la calma e la lucidità in ogni situazione difficile. Radicarsi significa essere rilassati e insieme vigili, connessi a livello energetico alla terra ma al tempo stesso liberi di muoverci, consapevoli e presenti a noi stessi, capaci di assumere informazioni e fare scelte avvedute.
Prima di un rituale o di una seduta di meditazione, è consuetudine chiudere gli occhi per radicarsi. Tenere gli occhi chiusi può aiutarci a concentrare l'attenzione sulla nostra interiorità, al riparo dalle distrazioni, ma in un bosco o in una situazione di pericolo è bene sapersi radicare tenendo gli occhi aperti: la pratica, in questo caso, aiuta.
Potete fare questo esercizio ovunque. L'ideale sarebbe esercitarsi all'aria aperta, in mezzo alla natura, ma è possibile farlo anche al chiuso, in città.
Mettetevi in piedi, in una posizione comoda, con le gambe leggermente divaricate e le ginocchia un po' piegate. Distendete i muscoli e rilasciate la tensione. Fate dei respiri profondi, di pancia, e sentite i piedi che poggiano a terra. Questo vi permetterà di raggiungere uno stato di calma e radicamento.
A partire dai piedi e dalla base della spina dorsale, immaginate di piantare le vostre radici a terra, come un albero, e mentre le radici si allungano osservate con gli occhi aperti se le cose intorno a voi cambiano aspetto.
Se qualcosa offusca la vostra consapevolezza o interferisce con la vostra attenzione, fate un respiro profondo e immaginate di scaricarlo a terra attraverso le radici, come fosse un concime.
Sentite il fuoco che crepita nelle viscere della terra e, con le vostre radici, aspirate parte della sua energia facendola risalire per la spina dorsale, come lungo il tronco flessibile di un albero. L'energia vi riscalda la pancia, il cuore, la gola e si irradia nelle braccia e nelle mani. Lasciate che vi circoli nella testa e che si spanda all'esterno, come rami e foglie di un albero. I rami e le foglie si abbassano fino a toccare terra, circondandovi e proteggendoci. Guardatevi nuovamente intorno e osservate i cambiamenti.
La luce del sole (o della luna, o delle stelle) si posa sui vostri rami e sulle vostre foglie. Inspiratela. Nutritevi di energia proprio come un albero si nutre dei raggi solari. Lasciate che dalla testa discenda verso il cuore, le mani, la pancia, i piedi, e si riversi a terra.
Guardatevi intorno e fate caso a tutto ciò che vedete, sentite, odorate e percepite nel vostro stato di radicamento.
Camminare a terra:
COME MUOVERSI QUANDO SI È RADICATI
Ora siete radicati, calmi, presenti e consapevoli, in connessione energetica con la terra. L'immagine dell'albero che abbiamo usato per radicarci non ci obbliga a restare fermi, piantati a terra. È importante muoversi mantenendo saldo il radicamento.
Immaginate che le radici ai vostri piedi siano elastiche e che, sollevando una gamba, si tendano senza spezzarsi. Se volete potete usare l'immagine degli Ent, il popolo degli alberi de Il signore degli anelli di Tolkien, che camminano per la foresta allargando le loro radici che a ogni passo riaffondano nel terreno. Ora, senza guardare in basso, con lo sguardo dritto davanti a voi, cominciate a muovervi, mantenendo il respiro regolare.
Immaginate che i vostri piedi abbiano dei sensori. Sollevate piano un piede e posatelo lievemente a terra, ascoltando quello che ha da dirvi sul terreno sottostante. Tenendo le caviglie rilassate e le ginocchia morbide, muovetevi a passi lenti, avvertendo la vostra connessione energetica con la terra.
Vi accorgerete di camminare senza quasi produrre rumore, tanto da distinguere il più lieve scricchiolio di una scarpa o il fruscio dei vostri vestiti. Esercitatevi a camminare in questo stato silenzioso e radicato."
Starhawk

AUTORE

Starhawk è una delle voci-guida della spiritualità femminista delle donne. E' autrice e coautrice di nove libri, tra cui La Danza a Spirale (Macro Edizioni) considerato un testo essenziale per i movimenti Neo-Pagani. Attivista del movimento pacifista, femminista, ecologista e sciamana, tiene conferenze e seminari in tutto il mondo.