loading
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (0 Votes)
ritorno-al-presente-osho
Osho continua a prendere spunto dalla tradizione sufi per aiutarci a cogliere il senso del vivere: parabole e aneddoti, come per incanto, aprono a prospettive (su di sé, sulla vita e sul mondo) in grado di mutare radicalmente il senso del nostro esistere.
Pian piano subentra una chiarezza insolita e un lampo di comprensione cristallizza, in chi si è lasciato trasportare, qualcosa che impreziosirà per sempre la sua esistenza.
Più che una teoria o nuovi valori, in queste pagine Osho riesce a trasmettere un senso della realtà indubitabile, in grado di fornire una nuova rotta esistenziale a quanti sentono di non appartenere più agli antichi stereotipi.
«Dentro di te esiste un luogo senza inizio e senza fine. In te ce un luogo in cui non è mai avvenuto alcun cambiamento. Da quando ho scoperto quello spazio dentro di me, non è accaduto assolutamente nulla: nessuna crisi, nessuna disgrazia, nessun incidente - niente di niente! Da quando mi sono stabilizzato in quello spazio, tutto è rimasto esattamente uguale, anche se sulla superficie sono cambiate migliaia di cose: la ruota si muove di continuo, ma al centro tutto è immobile... è ciò che viene chiamato l'occhio del ciclone».
Osho

INDICE

Premessa dell’Autore
  1. La porta è aperta!
  2. Persino il buio diventa luminoso!
  3. Quella piccola differenza...
  4. Il significato nasce dalla creatività
  5. La porta dell’amore
  6. L’occhio del ciclone
  7. La legge dell’abbondanza
  8. Una dimensione che trascende il tempo e lo spazio
  9. Come puoi rinunciare al mondo ?
  10. Il segreto è tutto qui!
 

AUTORE

Osho (1931-1990) è un mistico contemporaneo che ha dedicato la vita al risveglio della consapevolezza. Sempre di più i suoi insegnamenti si rivelano un vero e proprio trampolino di lancio verso un equilibrio esistenziale che dona alla vita integrità e pienezza. Ha ricevuto l'illuminazione nel 1953, periodo in cui si stava laureando in Psicologia. Quel momento segnò la fine della sua vita precedente. Egli ha sempre professato il ritorno dell'uomo alla pratica della meditazione, dell'umorismo, dell'amore e della celebrazione della vita.