loading
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (0 Votes)
origini-occulte-della-musica-vol-2
 
 
Dopo il successo del primo volume, Enrica Perucchietti torna a parlare del legame tra musica e occultismo, analizzando i gruppi e gli artisti degli anni Ottanta e Novanta in un saggio mozzafiato ricco di documenti, fotografie e testi di canzoni.
È in questo periodo che si diffondono i videoclip come supporto "simbolico" alle melodie. I contenuti occulti dei testi si concretizzano in un'estetica sempre più allusiva, cupa, ossessiva ricca di risvolti inaspettati.
Il potere vibratorio delle note, le frequenze dannose per la nostra salute vengono utilizzate come suggestione subconscia.
La commistione tra occultismo, musica e magia abbraccia anche il cinema aprendo a un connubio artistico: dall’influenza che il film Metropolis avrà sui Queen e sulla musica contemporanea ai videoclip di Michael Jackson, dalla distopia di 1984 (G.Orwell), alle ambientazioni gotiche e blasfeme di Marilyn Manson.

INDICE

  1. Il Gran commediante
    Freddie Mercury e i Queen
  2. Il Fritz Lang e George Orwell incantano le star
    L'estetica "robotica" di Metropolis da Radio Ga Ga a... Lady Gaga
  3. Se il pacifismo si concilia con Moloch
    Bono Vox e gli U2
  4. Il Fanciullo divino della musica
    Michael Jackson
  5. Metti un sacrificio in scena
    Coven e Black Widow
  6. Dai Black Sabbath a mtv, il Principe delle tenebre che odia il satanismo
    Ozzy Osbourne
  7. L’arlecchino perverso della musica
    Marilyn Manson
  8. Industriai e rock apocalittico
    Genesis P-Orridge e David Tibet
  9. Dalla società alternativa all'OTO
    Paulo Coelho e Raul Seixas
  10. Il chitarrista “cristallino” che parla con Metatron
    Carlos Santana
  11. Il folletto con la chitarra a tracolla
    Rino Gaetano, tra genio e massoneria
  12. Un sensitivo infelice dal cuore d’oro
    Antonello Venditti
  13. L’angelo sofferente del Grunge
    Kurt Cobain