loading
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (0 Votes)
ricette-crudiste-vegane-fruttariane
per conoscere il prezzo e acquistare clicca qui

Grazie alle ricette contenute in questo libro/calendario, sarai in grado di imparare e realizzare numerosi piatti della cucina vegana e crudista inoltre conoscerai la stagionalità di frutta e verdura fresca mese per mese.
Una dieta salutare
La dieta crudista-vegana è costituita da alimenti di origine vegetale non trasformati e da cibi non esposti a temperature superiori a 42 °C. Alcuni crudisti vegani come Max Gerson, Virginia Boutenko e Norman Walker, ritengono che i cibi cotti al di sopra di questa temperatura perdano molto del loro valore nutri­zionale e siano meno salutari o addirittura dannosi per l'organismo.
I cibi crudi hanno enzimi naturali, fondamentali per la costruzione di proteine e per la ricostruzione del corpo; il riscaldamento di questi ali­menti uccide tali enzimi e produce tossine. I piatti ti­pici della dieta crudista-vegana comprendono frutta, verdura, noci, semi, alghe, fiori spontanei e coltivati biologicamente, cereali e legumi germogliati.

I vantaggi di questa dieta:
Gli enzimi digestivi contenuti negli alimenti crudi, ad esempio l'amilasi, la proteasi e la lipasi, aiutano la digestione. Riscaldando il cibo al di sopra dei 42°C gli enzimi si degradano fino a distruggersi. Inoltre, gli alimenti trattati a livello industriale contengono eccitossine (come gli esaltatori di sapidità) che possono causare eccitotossicità.
Alimenti come la carne e bevande irritanti o stimo­lanti come caffè e alcol sono sconsigliati. I cibi cotti contengono tossine nocive per l'uomo, che possono causare malattie croniche neurodegenerative come il cancro ed altre patologie.
I grassi e gli olii riscaldati possono produrre acidi grassi trans. La cottura dei cibi produce una glicazione avanzata del prodotto finale, glicotossine.
I cibi crudi, come frutta e verdura, sono ricchi di antiossidanti che contribuiscono a ritardare i segni dell'invecchiamento.
Le verdure della famiglia delle Crucifere (come il cavolo), posseggono, da crude, i più potenti effetti anti-cancro fra tutti gli alimenti. Recenti studi dimostrano che le mele crude per il loro alto contenuto di polifenoli e flavonoidi hanno una potente funzione antitumorale.
La maggior parte dei fitonutrienti assolvono la funzione di antiossidante, neutralizzando i radicali liberi, rendendoli innocui e riducendo il rischio di cancro. Quasi tutta la frutta e la verdura cruda ha un potere alcalinizzante ed è quindi in grado di contrastare una serie di malattie degenerative.
Per questo, negli ultimi tempi in tutto il mondo, si sta diffondendo l'abitudine di curare molte patologie con succhi e frullati crudi, biologici, addizionati ad alcuni supercibi (superfoods). Esistono diversi sottogruppi della dieta crudista-vegana, come quelli che prevedono frutta e verdura sotto forma di frullati (smoothies) o di succhi (juice) oppure i fruttariani che mangiano esclusivamente frutta, bacche e ortaggi frutto.

AUTORE

René Andreani - Studioso di Medicina “Integrata” e di Terapie “Olistiche” di Sostegno, per la ricerca e la cura delle Malattie Degenerative e per il Ringiovanimento. Studioso e sperimentatore, per essere SEMPREVERDE e raggiungere la longevità, in piena forma, con i soli metodi naturali e l’Igienismo: la Scienza della Salute. Fondatore e presidente della Lepav - Lega per l’Alimentazione Viva e l’Igienismo (associazione transnazionale senza fini di lucro).